Non categorizzato

FINALITA' - CAT GEOMETRI

 Risultati d’apprendimento comuni attesi 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

 

  • Valutare fatti ed orientare i propri comportamenti in baseDSC04845.JPG ad un sistema di valori coerenti con i principi della Costituzione e con le carte internazionali dei diritti umani;
  • Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici;
  • Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro;
  • Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente;
  • Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo;
  • Riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta fruizione e valorizzazione;
  • Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete;
  • Padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER);
  • Riconoscere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo;
  • Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative;
  • Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni problematiche, elaborando opportune soluzioni;

 

  • P1010533.JPGUtilizzare i concetti e i modelli delle scienze sperimentali per investigare fenomeni sociali e naturali e per interpretare dati;
  • Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare;
  • Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio;
  • Utilizzare i principali concetti relativi all'economia e all'organizzazione dei processi produttivi e dei servizi;
  • Correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di riferimento;
  • Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti;
  • Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali;
  • Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento;
  • Selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione;
  • Rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti;
  • Applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia;
  • Utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi;
  • Tutelare, salvaguardare e valorizzare le risorse del territorio e dell'ambiente;
  • Compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio;
  • Gestire la manutenzione ordinaria e l’esercizio di organismi edilizi;
  • Organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.

In relazione a ciascuna delle articolazioni, le competenze di cui sopra sono sviluppate coerentemente con la peculiarità del percorso di riferimento.

Il Diplomato nell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”:

  • ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • ha competenze relative all’amministrazione di immobili.

È in grado di:

  • collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, DSC04938.JPGnella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità;
  • intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di organismi edilizi e nell’organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati;
  • prevedere nell’ambito dell’edilizia ecocompatibile le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente, redigere la valutazione di impatto ambientale;
  • pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;
  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte.

 

Nell’articolazione Geotecnico”, il Diplomato ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche. Interviene, in particolare, nell'assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione.

In particolare, è in grado di:

  • collaborare nella conduzione e direzione dei cantieri DSC06394.JPGper costruzioni in sotterraneo di opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali;
  • intervenire con autonomia nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la determinazione della pericolosità idrogeologica e geomorfologica, utilizzando tecniche di campionamento, prove in situ dirette, geofisiche ed in laboratorio, anche in contesti relativi alla valutazione di impatto ambientale;
  • eseguire le operazioni di campagna ai fini della caratterizzazione di siti inquinati (minerari e non) e opera nella conduzione delle bonifiche ambientali del suolo e sottosuolo;
  • applicare competenze nell’impiego degli strumenti per rilievi topografici e per la redazione di cartografia tematica;

agire in qualità di responsabile dei lavori e della sicurezza nei cantieri minerari, compresi quelli con utilizzo di esplosivi

PRESENTAZIONE Indirizzo CAT - GEOMETRI

 

 Il corso 

La novità introdotta dalla riforma è la possibilità di scegliere, Foto%2016.jpgal termine del primo biennio comune, tra due possibili "articolazioni": quella del "Tecnico delle Costruzioni, ambiente e territorio" e quella del "Geotecnico", una figura professionale più orientata al tema della gestione geologica del territorio e dell’ambiente. Le caratteristiche di base delle due articolazioni, comunque, fanno riferimento ad un tipo di utenza studentesca ed a profili professionali abbastanza omogenei.

 A chi si rivolge? 

  • A chi ha predisposizione per materie tecniche, matematica, disegno;
  • A chi possiede, oltre a logica e razionalità, anche un po’ di creatività;
  • A chi ama le nuove tecnologie;
  • A chi ama l’ambiente.

 Quali sono le materie specifiche dell’indirizzo? 

  • Tecnologie e tecniche della rappresentazione grafica;Foto%2021.jpg
  • Progettazione, costruzioni e impianti;
  • Gestione di cantiere e sicurezza;
  • Geopedologia, economia, estimo;
  • Topografia e rilievo satellitare (GPS);
  • Geologia e geologia applicata (per l’indirizzo "Geotecnico");
  • Tecnologie per la gestione dell'ambiente e del territorio (per l'indirizzo "Geotecnico").

 

 Quali conoscenze e competenze offre? 

  • Saper selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione;
  • Saper rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti;
  • Saper applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia;
  • Saper utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi;
  • Saper tutelare, salvaguardare e valorizzare le risorse del territorio e dell'ambiente;
  • Saper compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio;
  • Saper gestire la manutenzione ordinaria e l’esercizio di organismi edilizi;
  • Saper organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.

CAT PROGETTI

ELENCO PROGETTI:

CAT ORARIO

Primo BIENNIO

1^ COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Img. Dell’orario 2015/2016


 

2^ COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Img. Dell’orario 2015/2016


 

Secondo BIENNIO

3^ COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO – articolazione Geotecnico

Img. Dell’orario 2015/2016


 

4^ COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO – articolazione Geotecnico

Img. Dell’orario 2015/2016


 

Quinto ANNO

5^ COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO – articolazione Geotecnico

Img. Dell’orario 2015/2016

QUADRO ORARIO - CAT GEOMETRI

                “COSTRUZIONI, AMBIENTE e TERRITORIO” 

DISCIPLINE

ANNO

2°ANNO

3°ANNO

4°ANNO

5°ANNO

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

3

3

Storia

2

2

2

2

2

Matematica

4

4

3

3

3

Diritto ed economia

2

2

 

 

 

Scienze integrate
(Scienze della Terra e Biologia)

2

2

 

 

 

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione cattolica o attività alternative

1

1

1

1

1

Scienze integrate (Fisica)

3

3

 

 

 

Scienze integrate (Chimica)

3

3

 

 

 

Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica

3

3

 

 

 

Complementi di  matematica

 

 

1

1

 

Tecnologia informatiche

3

 

 

 

 

Scienze e tecnologie applicate

 

3

 

 

 

Gestione del cantiere e sicurezza dell’ambiente del lavoro

 

 

2

2

2

Progettazione, costruzioni e impianti

 

 

7

6

7

Geopedologia, economia e estimo

 

 

3

4

4

Topografia

 

 

4

4

4

 

 

 

 

 

 

TOTALE

32

32

32

32

32

              CAT - Articolazione “GEOTECNICO”  

DISCIPLINA

1°ANNO

2°ANNO

3°ANNO

4°ANNO

5°ANNO

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

3

3

Storia

2

2

2

2

2

Matematica

4

4

3

3

3

Diritto ed economia

2

2

 

 

 

Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia)

2

2

 

 

 

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione cattolica o attività alternative

1

1

1

1

1

Scienze integrate (Fisica)

3

3

 

 

 

Scienze integrate (Chimica)

3

3

 

 

 

Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica

3

3

 

 

 

Complementi di  matematica

 

 

1

1

 

Tecnologia informatiche

3

 

 

 

 

Scienze e tecnologie applicate

 

3

 

 

 

Gestione del cantiere e sicurezza dell’ambiente del lavoro

 

 

2

2

2

Geologia e Geologia applicata

 

 

5

5

5

Topografia e costruzioni

 

 

3

3

4

Tecnologie per la gestione del territorio e dell’ambiente

 

 

6

6

6

 di cui in laboratorio in compresenza con gli insegnanti tecnico-pratici

8

 17

 10

TOTALE

32

32

32

32

32

                Nell’ambito dell’autonomia scolastica il quadro orario sopra esposto è stato modificato ampliando                     l’offerta formativa come segue:

DISCIPLINA

 

 

 3°ANNO 

 4°ANNO 

5°ANNO

Geopedologia, economia e estimo

 

 

2

2

2

Geologia e Geologia applicata

 

 

3

3

3

Topografia e costruzioni

 

 

5

5

5

Tecnologie per la gestione del territorio e dell’ambiente

 

 

4

4

4