Uso improprio dei social network durante orario di servizio

la Corte di Cassazione, con la sentenza 01/02/2019 n° 3133, ha confermato la legittimità del licenziamento disciplinare di un dipendente che, durante l'orario di lavoro, effettua accessi a siti internet estranei all'ambito lavorativo riscontrati sulla cronologia del computer, se la dimensione del fenomeno evidenzia la gravità di esso, in contrasto con l'etica comune, e l'idoneità certa ad incrinare la fiducia datoriale.

VISUALIZZA LA SENTENZA

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter